CONTAVALLE, Festival - Punto Doc
15736
page,page-id-15736,page-template,page-template-blog-pinterest,page-template-blog-pinterest-php,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,qode-title-hidden,qode-theme-ver-9.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Contavalle è un festival che nasce principalmente per creare connessioni e occasioni di dialogo con quelle realtà che fanno del teatro, del racconto e dell’arte in genere strumenti per lottare contro il dissolvimento della propria comunità paesana.

La rete di associazioni e paesi che Contavalle si propone di tessere, oltre a rappresentare un’occasione rara di confronto e scambio fra le esperienze e i metodi del teatro povero, civile, partecipato e dell’auto-dramma, offrirà a tutti i partecipanti importanti occasioni di riflessione sull’Italia dei piccoli centri, sulle loro strategie di resilienza, sulle buone pratiche legate alla gestione della loro cultura e della loro economia.

 

Il Festival Contavalle è un progetto culturale che riprende e amplia alcuni percorsi già attivati da anni nel territorio dell’alta val di Cembra, in particolare nel comune di Altavalle, nato dalla fusione tra i paesi di Grauno, Grumes, Faver e Valda. È uno strumento offerto alla società civile per creare occasioni di confronto pubblico e discutere attivamente delle necessità riguardanti i piccoli centri di montagna. Un confronto che prende vita nelle forme del teatro partecipato, civile e di comunità.

 

Contavalle si terrà tra il 13 e il 20 agosto 2017 nelle piazze dei quattro paesi di Altavalle ospitando alcune delle realtà più interessanti del teatro civile e partecipato attive in Italia. Realtà che hanno trovato nel teatro, nella musica, nell’arte, nella cultura in generale la chiave della propria ri-esistenza, per opporsi allo sfaldamento delle proprie comunità.

 

Scarica il pieghevole del festival.

 

Iniziativa realizzata con il contributo di Fondazione Caritro, Comune di Altavalle, Azienda per il Turismo Altopiano di Pinè e Valle di Cembra e la collaborazione di Sviluppo Turistico Grumes.

Cos’è un festival?

É una rassegna di eventi, inserita preferibilmente nell’offerta estiva di città, paesi, valli, territori. Esistono festival legati al teatro, alla musica, al cinema, alla filosofia, all’educazione, al giornalismo. Ogni ambito della cultura, dell’arte e dello spettacolo ha ormai un proprio festival di riferimento e ogni luogo, di centro o di periferia, è in grado di proporne almeno uno. Perché dunque, aggiungersi oggi a questo affollato elenco?

Semplicemente perché abbiamo una nostra idea di festival. Legata ai progetti culturali che sviluppiamo sul nostro territorio. Progetti che muovono dalla narrazione di comunità e avanzano, a piccoli passi, verso più direzioni: la storia del territorio; la coscienza dei luoghi; il futuro dei piccoli paesi. Proposte che non vogliono soltanto intrattenere il cittadino, ma coinvolgerlo nella ricostruzione attiva della memoria locale. Inserirlo in un discorso critico sul suo presente e su quello del paese in cui vive. Percorsi che sfociano in un festival per presentare pubblicamente i propri progressi e mettersi in rete con esperimenti analoghi che si realizzano in altri luoghi, d’Italia e d’Europa.

Un laboratorio di confronti, suggestioni, buone pratiche sulla vita delle piccole comunità. Questo prima di tutto vuole essere Contavalle. Gli spettacoli allestiti nelle piazze dei quattro paesi che compongono il comune di Altavalle (Faver, Grauno, Grumes e Valda), gli “aperitivi” con gli autori, le giornate di commemorazione, le presentazioni di libri ne fanno, infine, anche un festival.

Il direttore artistico
Tommaso Pasquini